Sweet Home 3D | La Casa Studio

Il lato della casa che da su strada si affaccia a nord. Per poter “scattare” questa immagine ho dovuto manipolare i dati della latitudine in modo da illuminare anche la facciata nord con le luci del mattino. Il resto delle immagini è elaborato secondo le coordinate di Roma. Per chiunque approdi per la prima volta e ne voglia sapere di più guardi tutta la sezione Sweet Home 3D.

 

Un’altra avventura con questo programma per costruire case, che mi spinge ad avere idee di vario tipo. Se volete potete cominciare dal video, e poi tornare qui.

 

La Casa Studio, è nata in modo accidentale. In realtà ero partito dall’idea di fare una casa con un cortile interno. Poi ho sviluppato invece una casa che non ha ambienti come saloni e cucine ben definiti, ma dei grandi corridoi, che per questo motivo non possono essere definiti tali.

Vediamo le varie immagini.

 

 

Una vista dall’alto anticipa la struttura della casa. Il lato su strada è quello a nord, che ha dei muri con finestre piccole che non fanno passare ne luce ne rumore proveniente dalla strada.

Si presuppone che questa casa sia inserita in un contesto urbano, con un traffico di moderata intensità.

 

 

Entrando subito dal portone, potremmo incappare in una proiezione domestica di un film. In questo caso: N.P. il segreto, di Silvano Agosti.
 

 

Terminata la proiezione le luci si accendono illuminando il salone/corridoio. Possiamo notare opere d’Arte di vari artisti.

Nota: le due immagini sopra sono state manipolate con GIMP.

 

 

Una casa nella casa, con Sweet Home 3D si possono aumentare o diminuire le dimensioni degli oggetti, come avrete già notato con la presenza di un gatto e una gallina gigante.

 

 

Il salone/corridoio, dove in fondo a questa foto c’è l’ingresso della casa. Noterete anche una sedia a rotelle per invalidi, dove tutta la casa è stata progettata tendendo conto di ospitare anche persone disabili.

 

 

La carta da parati dello studio, accende gli entusiasmi di tutti i visitatori.

 

 

Lo studio è sobrio ma allo stesso tempo caldo. La finestra affaccia ad ovest e gode delle ore del tramonto dalla grande porta finestra.

La porta che vedete a destra è il bagno del piano terra.

 

 

Stesso studio, un’immagine inquadra il mobile con i fascicoli, mentre le ultime ore della giornata proiettano il telaio della porta finestra.

In fondo si può notare un quadro di Van Gogh, chiaramente originale (?).

 

 

Un camino riscalda l’ingresso della Casa Studio. Quello che vedete è il lato ovest. La finestra in fondo guarda a sud.

Una scala in legno porta al piano superiore, mentre un’ascensore permette la salita di persone disabili.

 

 

Sul lato sud, troviamo una cucina con armadietti e dispensa.

La porta visibile sulla destra apre su uno sgabuzzino.

 

 

Visto dall’alto lo sgabuzzino: una caldaia a gas, una tavola da stiro, una lavatrice, un cesto per i panni sporchi, un secchio, una scopa, una aspirapolvere, un armadietto.

Sopra questo ambiente, c’è una scala di legno che incontreremo dopo.

 

 

Uno sguardo più ravvicinato all’angolo cucina. Il tavolo verde con la superficie in vetro per preparare le cose, o per pasti solitari.

Una finestra con telaio in legno fa entrare una porzione di luce da sud in questo angolo.

 

 

Una prospettiva ravvicinata di quello che c’è sul tavolo di prima, ci fa notare il frigo isolato tra due murature.

La porta vetrata con il mosaico ci riporta nello studio.

 

 

Dallo studio si accede a questo bagno al piano terra. Disponibile quindi sopratutto per gli ospiti della Casa Studio.

 

 

Da fuori la casa, un cancello di metallo, da uno sguardo verso la porta finestra dello studio. Notate anche l’illuminazione sotto il balcone, per le ore notturne.

La nota dolente di questo programma, è che non c’è una funzione per spegnere direttamente le luci.

 

 

Entrando dal cancello grande, si arriva al classico garage per auto. Inoltre questo piazzale invita anche a organizzare feste estive riponendo l’auto al riparo.

Un biliardino animerà le serate con bel tempo.

 

 

Entrando nel garage, una serie di oggetti che sono stati riposti. Altri sono spazi da lavoro. Un pozzo congelatore per conservare anche i “trofei” della pesca.

La porta rossa è per i pedoni, che possono uscire ed entrare senza aprire l’ingresso grande del garage.

 

 

Il giardino del lato sud della casa gode di un pergolato riposante per le giornate estive.

Bisogna però stare attenti alle galline giganti.

 

 

Il lato sud della casa, il più illuminato dalla luce diretta del sole.

Notiamo che la finestra della cucina dall’esterno ha uno stile coloniale. Accanto alla finestra due sedie in legno; nella stessa zona un barbecue.

 

 

Le giornate estive si surriscaldano nella parte sud, e un giardino accoglie una piccola piscina, e due lettini per prendere il sole in modo intensivo.

 

 

Un gatto enigmatico, fissa il lato est della casa, dove risiede una parte del giardino che può godere della luce diretta fino al primo pomeriggio.

 

 

Rientrando da una finestra ci ritroviamo nuovamente vicino all’ingresso, mentre il gatto osserva incessantemente.

 

 

Scale ed ascensore ci porteranno al primo piano.

 

 

Uno sguardo rapido: sopra il garage dei pannelli fotovoltaici; una camera da letto grande ha un pavimento in parquet; una stanza da letto più piccola gode anch’essa di un balcone che da sulla strada.

Tutte e due le camere da letto hanno il bagno privato.

Al centro della casa c’è lo spazio per l’ascensore e le scale che portano al terrazzo superiore.

 

 

Arrivati al piano, notiamo come l’angolo sudest del primo piano gode di un’ottima illuminazione.

 

 

Come già anticipato questa casa ha le dimensioni calcolate per far passare una sedia a rotelle più o meno ovunque.

Di fronte a noi: la stanza da letto grande, anticipata da una carta da parati dai colori rilassanti.

 

 

Una stanza da letto grande, e una finestra si espone a sud ma è coperta di fitte tende.

 

 

Una carta da parati colorata e una valigia dietro il mobile basso, fanno pensare alla casa di un viaggiatore, che ama elementi diversi in ambiente domestico.

 

 

Gli specchi in questa casa giocano un ruolo fondamentale. Questo ci rileva un armadio poggiato sull’altra parte ora non visibile.

Un tappeto grande è nella zona illuminata al tramonto.

In fondo alla stanza l’ingresso del bagno.

 

 

Bagno spazioso che si esprime in lunghezza.

 

 

Tornando nel salone corridoio, vediamo che questo termina sulla parte nord come uno studio con degli strumenti musicali.

 

 

Un gioco di specchi si inserisce in questo angolo, dotato di pianoforte e chitarra. Un piccolo scrittoio incastrato in questa zona ti aiuta a concentrati nello studio.

Il camino è posizionato esattamente sopra a quello del piano terra.

A sinistra una porta si apre nella cameretta da letto.

 

 

Appena entrati notiamo sempre lo stesso tipo di legno, anche in questa camera che è progettata per ragazzi.

La finestra a nord, apre su un balcone che da sulla strada.

Sulla sinistra l’ingresso del bagno.

 

 

Questo bagno un po’ più piccolo non usufruisce di una vasca da bagno. Ma tutti i bagni della casa hanno finestre sufficientemente grandi per areare i locali.

Anche questo bagno ha una porta a scorrimento interno al muro. Che in questo piano è in quasi tutti gli ingressi.

 

 

Fuori dalla casa, sul lato nord, alle ore del tramonto. Vediamo come il balcone ha più la funzione di avere uno spazio aperto che in una stanza per ragazzi serve di più per lasciare indumenti sportivi e scarpe.

 

 

Sopra il garage un’istallazione di pannelli fotovoltaici esposti a sud nell’ora di punta.

 

 

Il lato est della casa visto dall’alto, ci fa osservare ancora una volta il giardino.

 

 

A questo punto dobbiamo salire in terrazza. Prima delle scale un videocitofono ci risparmia di scendere alla porta d’ingresso per vedere chi bussa alla porta.

Noterete una luce che proviene da sotto le scale. È la luce dello sgabuzzino al piano terra, che rimane aperto verso l’alto, in quando la caldaia a gas istallata necessità di essere in un luogo areato.

 

 

Una veduta dall’alto della terrazza ci fa notare l’istallazione di due antenne. Inoltre possiamo notare una canna fumaria, che porta il fumo dei camini verso l’alto.

 

 

Un video citofono ci invita a rimanere seduti al tavolo qualora qualcuno citofonasse.

Le prese d’aria sono per sicurezza, visto che qualche metro più sotto è istallata una caldaia a gas.

 

 

Tutti gli ombrelloni da giardino hanno luci colorate di blu, verde e rosso.

Una luce in terrazza illumina l’ingresso dell’ascensore che arriva qui in cima.

 

 

Di notte il giardino è illuminato da luci da parco. La Casa Studio da la possibilità di fare feste serali.

 

 

I balconi sono parzialmente coperti da tettoie, per evitare che la pioggia colpisca incessantemente le finestre.

Persiane proteggono dalla luce del sole le stanze da letto.

Sedie in ferro fanno godere anche le ore serali prima di andare a dormire.

 

Il tour della casa è finito.

Se non lo avete fatto guardate il video dove posso dare delle spiegazioni verbali durante il tour.

 

Nel frattempo è uscita un’altra versione di Sweet Home 3D. Sarei tentato di aspettare che esca la versione di facile istallazione su Linux.

La nuova versione sembrerebbe avere la possibilità di creare anche paesaggi esterni, che in questa sono difficili da inserire.

 

Alla prossima casa!

 

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Trascrivi il codice generato nell'immagine
Image CAPTCHA
MAIUSCOLE & minuscole contano!