Lotte clandestine, MEMMT & dintorni.

Cosa ne penso io delle varie questioni su Mosler, Barnard, Gruppi Territoriali assortiti, pozioni velenose varie.

(sempre se a qualcuno possa interessare)

 

Per prima cosa, già durante il primo summit ho notato già i primi cenni di gente che voleva mettersi in mostra, tipo quel tizio che ha fatto la sparata in pubblico, quando c'era la sessione delle domande.

 

Innanzitutto Barnard ora (marzo 2014) mette in luce i ricatti, dove la gente deve prostrarsi ai vari capetti dei GT, quando però questa cosa in un certo senso c'è sempre stata.

Solo che una volta PB, mi diceva: rivolgiti ai GT. E in capo ai GT, e tra le voci che contano realmente, non c'è spazio se non sei “amico” o favorevole a certe situazioni.

 

Per quanto riguarda Daniele Basciu, ha fatto un buon lavoro con le sessioni di economia, ma poi per il resto, non so se abbia fatto giochetti di vario tipo. E, probabilmente non mi sono preoccupato di fare un analisi su questo, anche perché visto che c'è chi pensa a fare il capetto e basta, io non mi sono messo a fare ipotesi su chi comunque come Daniele Basciu, ha fatto una delle poche cose che avevano senso in tutto il troiaio di associazioni MMT o MEMMT, oppure ME, etc…

 

Comunque sia, chiedendo anche durante le sessioni di economia, o in altri luoghi, o a Barnard, riguardo la possibilità di poter fare delle domande agli economisti in modo completo e dettagliato, ho sempre ricevuto un NO, oppure in alternativa un NO. Nel senso che in un modo o in un altro, veniva meno la possibilità di poter svolgere un attività di confronto ordinata, che veniva sempre ostacolata, magari non a causa di un comportamento di un singolo, ma a causa di un clima di competizione scorretta, dove si voleva impedire di mettere in luce il fatto che alcune persone autoproclamatesi esperte, siano in realtà carenti su alcuni punti riguardo la MMT.

 

Ho notato nei GT (che poi si sono divisi in altri 400 GT associazioni varie, e quindi ho perso traccia delle varie scissioni e ricongiunzioni), come quelli di Roma, Toscana, e Marche, una certa situazione poco chiara, che non va bene, a mio avviso, perché rispecchia troppo un modo di pensare della massoneria, dove devono essere in pochi a capire le cose, e dove di conseguenza siccome la preoccupazione è quella di occultare la conoscenza, finisce sempre che anche quelli che in teoria dovevano conoscere, non potendosi confrontare in campo aperto, sono i primi a non capirci un cazzo.

 

Detto questo, e non per essere dalla parte di PB o contro PB, perché su questo pianeta siamo in 7 miliardi, vorrei lanciare un messaggio a Warren Mosler che qualcuno dovrebbe tradurre da parte mia, di non perdere tempo con persone che se la tirano d'intendersela. Le uniche persone che possono esserci d'aiuto sono quelle che si preparano, e non i fighetti che non mi fanno fare le domande o mettono fretta (senza che PB dica qualcosa a questi).

 

Se il clima continuerà ad essere questo, si arriverà ad un momento che la Mosler Economics diventerà ciò che gli altri si aspettino che sia, e non il lavoro di esperienza sui mercati di Warren.

A quel punto sarà impossibile avvicinarsi ai cosiddetti “gruppi democratici” MEMMT, perché ogni minimo dissenso dovrà essere messo a tacere.

 

Quando ho incominciato a vedere le cose che non andavano bene, volevo essere più esplicito con PB, ma pensavo che mi sarei beccato un vaffa, e mi avrebbe anche bannato, o semplicemente non risposto.

Adesso PB denuncia in parte ciò che io immagino essere la situazione, e non posso che pensare che con il tempo finiranno per usare Mosler per fare dichiarazioni politicamente corrette, oppure verrà abbandonato da questo momento di fama, quando la gente non vedrà che Mosler si comporterà come gli era stato richiesto di comportarsi.

 

Inoltre dissento ufficialmente, dalla struttura dei GT, che ricorda le società segrete descritte da Leo Zagami.

Dove la situazione descritta, è identica a quella attuale degli 800 GT, associazioni, dove al di là della divisione esteriore (MEMMT Toscana; MEMMT Bobbio.

 

Paolo Barnard ha sempre ignorato questo, pur sapendolo, pensando magari in una speranza di vedere qualcuno che capisse.

Ma nella realtà dei fatti, l'unica vera rivoluzione che potrebbe accadere, è che la gente si liberi di tutte queste compromissioni, e collabori unicamente con chi realmente vuole fare qualcosa di costruttivo, senza comitati direttivi, presidenti, capetti vari, fighetti, etc…

 

Se a Warren non gli interessa, è inutile andare dai GT paramassonici, a chiedere se per favore possono partecipare anche loro alla festa del momento, facendo così il loro gioco.

 

Tutte le questioni PB si, PB no, sono superflue perché il miglioramento di una situazione non può dipendere da un singolo individuo.

Spero però che PB questa volta mi capisca.

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Trascrivi il codice generato nell'immagine
Image CAPTCHA
MAIUSCOLE & minuscole contano!