Ezra Pound: Putridume.

Putridume.

Tratto da «Introduzione alla natura economica degli S.U.A.»

Di Ezra Pound

 

Dagli «Annual Reports of the Secretary of the Treasury», giugno 1932 al giugno 1939, si vede che il fisco americano comprò oro per 10 miliardi, pagando 35 dollari l'oncia invece dei 21,65 di prima. Il fisco non pubblica nessun comunicato relativo alla provenienza di questo oro, ed anche se lo stesso segretario volesse ora sapere da dove veniva, non troverebbe nei suoi archivi che il nome dell'ultimo venditore. Vuol dire che il governo, cioè il popolo americano, ha pagato dieci miliardi di dollari a coloro che possedevano l'oro che pochi giorni prima del cambiamento del prezzo lo si sarebbe potuto comperare per 6 miliardi: un dono di 4 miliardi a venditori che potrebbero benissimo essere stati mercanti esteri (come, di fatto, in gran parte furono).

Dio sa quanto oro il popolo ha comprato nell'intervallo della guerra (1939 ad oggi), ma la manovra, o processo è semplice. Quando i Rothschild ed altri componenti dell'azienda aurea hanno l'oro da vendere, il prezzo viene alzato. Il pubblico è abbindolato con una propaganda per la svalorizzazione del dollaro (o di qualsiasi altra unità monetaria, secondo il paese scelto a fare da gonzo). Si dice che l'altro prezzo dell'unità monetaria danneggia il commercio della nazione.

Ma quando la nazione (cioè il popolo) possiede l'oro, e i finanzieri posseggono dollari (o altre unità monetarie) si «ritorna all'oro»; cioè, si rialza il valore del dollaro (o altra unità) raggirando ancora il popolo della nazione «ricca», quanto gli altri.

La manovra dell'argento segue delle linee semplici. Tutto si collega a quel che Aristotele chiama la comune pratica degli affari. (Politica 1. 4. 5. – il giro di Talete). I mercanti d'argento sono meno importanti di quelli dell'oro. Altri metalli vengono monopolizzati ma non entrano intimamente nel giuoco monetario. Con queste chiavi in mano si possono aprire gli archivi o il «Congressional Record» dovunque volete, e troverete i tentativi, che vanno gradualmente indebolendosi, di resistere a questi raggiri.

In quanto alla storia monetaria o finanziaria, la teoria che i non-ebrei sono pecore trova ampia conferma. Io suggerì pochi anni fa agli argentisti che l'avvenire dell'argento sarebbe stato nell'uso industriale del metallo, ma si aspettava l'arrivo di Sasson in America prima di agire in questo senso.

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Trascrivi il codice generato nell'immagine
Image CAPTCHA
MAIUSCOLE & minuscole contano!